Il puma

“Mani dietro la schiena schiava, e apri la bocca…!”
Mi fasciò la bocca col ragno.
“Mi piaci con la bocca aperta!”

Mi abbracciò da dietro.
Il suo profumo era palpabile alle mie narici come il tocco delle sue dita alla mia pelle.
Mi sentii tra le fauci enormi di un puma che catturata la preda non s’agita, …sbrana!

Cominció a legarmi.
Quella corda pungente smise di farsi sentire solo nel momento in cui sentii fiumi di sensualità aleggiare nell’aria,…
Quel suo modo di fare, …di toccarmi, …legarmi,

Bellissimo!

Per quanto scomoda mi ritrovassi in quella posizione, desideravo quell’istante non finisse mai!
Più mi legava e più desideravo quell’uomo…

Dalla bocca un rigolo di saliva lunghissimo, pendeva sul ventre…
… Lo vide.
M’infiló in bocca un dito…,due.
Li affondó accarezzandomi la gola. 
Mi perlustrò tra le cosce scivolando sulle mie secrezioni morbide, che sembravano uscire dal tocco delle sue dita.

Mi prese e mi spintonò sul letto, facendo di me in un nulla un pasto.

Ma i suoi suoi occhi ben presto mutarono…

Si fece serio prima e ghignò poi…
Quella mente diabolica aveva in serbo qualcosa di perfido per me… 

Si alzò e tornò con degli aghi…
Tremai!

(Continua…)

    

 

Annunci

4 risposte a "Il puma"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...